Home / Rubriche / Knit and Quilt / L’arte del quilting ne “L’ultima fuggitiva” di Tracy Chevalier

L’arte del quilting ne “L’ultima fuggitiva” di Tracy Chevalier

esecutivo L'ultima fuggitiva _esecutivo SnobFirenze. Questa settimana dedichiamo la nostra rubrica al libro “L’ultima fuggitiva” di Tracy Chevalier. L’autrice del più ben noto romanzo “La ragazza con l’orecchino di Perla”, ci descrive uno spaccato di vita americana di metà Ottocento. È la storia di Honor Bright, che dopo una delusione amorosa decide di partire per l’America con la sorella promessa sposa ad un “amico”. Amici erano chiamati coloro i quali facevano parte della comunità dei Quaccheri, e sarà proprio da loro che Honor verrà accolta dopo che la sorella Grace morirà di febbre gialla appena sbarcata sulla costa del nuovo mondo.

Honor si troverà da sola ad affrontare le proprie inquietudini, lontana da casa e dai propri cari, in un luogo crocevia di coloni diretti a cercar fortuna verso ovest e di schiavi in fuga diretti verso il Canada. Bravissima nel confezionare magnifiche trapunte, Honor troverà conforto nella sua fede e nell’arte del quilting, portando sempre con sé il suo necessaire per il cucito e i suoi ritagli di stoffa.

All’epoca di Honor, il quilting non rappresentava solo un passatempo ma anche la possibilità di possedere la preziosissima dote che una ragazza avrebbe portato alla sua nuova famiglia. Vi consigliamo vivamente di leggere questo romanzo e farvi trasportare nell’atmosfera dei coloni americani che Tracy Chevalier ha saputo così bene descrivere.

(di Anna Maria Turchi ed Emma Fassio)

Il blog di Emma Fassio.
Il blog di Anna Maria Turchi.

Leggi anche

Cappelli vintage Anni ’20

Firenze. “Cappelli vintage Anni ’20“, l’ultimo manuale di uncinetto scritto da Nerina Fubelli per Corrado …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *