Home / Rubriche / Knit and Quilt / La gioia del gioco di ferri

La gioia del gioco di ferri


Firenze
. Il gioco di ferri è utile e anche molto divertente. Permette di realizzare anche piccolissime circonferenze ed è il metodo storicamente più antico per lavorare in tondo i capi.

Si può scegliere di utilizzare quattro o cinque ferri, dove uno rimane sempre libero (cioè senza maglie) per lavorare quelle sugli altri. Infatti, si usa questo ferro libero per realizzare le maglie presenti sul primo ferro, che a sua volta diventa poi libero, creando come una catena di ferri che si liberano e si sostituiscono mentre si knitta. Dobbiamo solo fare molta attenzione quando passiamo da un ferro all’altro, dove dobbiamo tirare attentamente il filo del lavoro per non creare delle maglie più morbide rispetto alle altre.

Qui
, su “Maglia e Uncinetto”, un sito importante italiano dedicato al lavoro a maglia e all’uncinetto, ci sono diversi articoli interessanti sull’utilizzo dei ferri a doppie punte.

Con il gioco di ferri possiamo realizzare tantissime cose in circolare, come calzini, cappelli (per esempio anche solo la fine di un cappello, quando abbiamo poche maglie), le maniche di un maglione, guanti, le dita dei guanti… e crea una piacevole dipendenza.

(di Anna Maria Turchi ed Emma Fassio)

Il blog di Emma Fassio.
Il blog di Anna Maria Turchi.

 

Leggi anche

Il Viaggio: manuale di cucito per borse

Firenze. Il Viaggio di Valeria Dalle Molle è uno dei nuovi manuali della Corrado Tedeschi …

2 Commenti

  1. sono molto belli e interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *