Home / Notizie / Società / Frameblock: la prima bici con lucchetto incorporato

Frameblock: la prima bici con lucchetto incorporato


Milanobike-bike-frameblock-060Firenze.
Mille al giorno, trecentoventimila (circa) all’anno. Questi i numeri stratosferici dei furti di biciclette in Italia. Perché in questo momento di crisi, la bici fa gola un po’ a tutti – soprattutto nelle grandi città. E boccone appetitoso lo è principalmente per i ladri. Dalle auto al pedale, verrebbe da dire, anche per i maghi dei furti. Che una volta rubata una bicicletta, in maniera molto facile e soprattutto veloce, la possono rivendere al mercato dell’usato, sfruttando l’enorme richiesta che c’è. Ma come tutti i furti, anche questo delle bici reca un danno alla comunità; danno che viene stimato in circa 150milioni di euro all’anno. Peraltro una cifra molto sottostimata, visto che in tanti neanche denunciano il furto subito. Adesso però le cose potrebbero cambiare: arriva infatti la prima bici al mondo con lucchetto incorporato.

Il brevetto è di Milano Bike, azienda tutta italiana che ha presentato la propria idea alla Fornace dell’innovazione di Asolo (Treviso), annunciando anche un accordo con una compagnia assicurativa. Perché il sistema di sicurezza sarà al quadrato: lucchetto ed assicurazione compresi nel prezzo. 

Il sistema antifurto, oltre che ingegnoso ed inedito, viene definito dai propri ideatori come a prova di ladro: il lucchetto è infatti integrato nel telaio ad arco che parte dalla ruota posteriore e va a raggiungere quella anteriore. Al suo interno ci sono una fune di acciaio ed appunto il lucchetto. Di fatto la catena viene nascosta dentro il telaio in maniera molto semplice. Nel momento poi in cui un ladro volesse tentare di rubare la vostra bici, si troverebbe costretto a tagliare l’intero telaio per scardinare il lucchetto, rovinando così irrimediabilmente la bicicletta, e dicendo addio ad ogni possibilità di rivenderla. Un lucchetto quindi a prova di furto, semplicemente perché lo scoraggia. Ed è per questo che insieme alla bici, in omaggio si avrà l’assicurazione, come sorta di garanzia.

La presentazione ufficiale che ne anticiperà la vendita, arriverà però soltanto nel settembre prossimo. Successivamente Frameblock – questo il nome della nuova bici – sarà disponibile sul mercato ad un prezzo che andrà dai 700 agli 800 euro. Come è nata questa idea? Caldiroli, presidente di Milano Bike, ha spiegato che “a forza di furti mi sono convinto che questo sia uno dei temi da affrontare per tutti i produttori di biciclette”. E così lui lo ha fatto per primo.

(di Alessandro Marinai)

Leggi anche

Phishing: occhio alle multe via mail

Firenze. Un pericolo costante per gli utenti più ingenui, o semplicemente meno informati, di internet: …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *