Home / Notizie / Cronaca / Il Messico sbugiarda Trump sui respingimenti

Il Messico sbugiarda Trump sui respingimenti

Roma. Sulle migrazioni l’amministrazione Trump è tutta chiacchiere e distintintivo. Questa, in sintesi, la sorprendente analisi che, dati alla mano, offre in Italia il Ministro degli esteri messicano, Luis Videgaray Caso. “Paragonando i dati da gennaio a settembre con lo stesso periodo del duemilasedici emerge un calo dei rimpatri del 31% – dice. Ormai sono più i messicani di ritorno in patria di quelli che vanno negli Stati Uniti”.
“È un fatto che la retorica della presidenza Trump sul fenomeno migratorio è diversa dalle precedenti – dice Videgaray Caso da Roma. Però è un fatto anche che i dati non confermano, per esempio, un incremento dei rimpatri dei cittadini messicani nel nostro paese”.

Ricevuto dal Ministro degli esteri Angelino Alfano per la V Commissione bilaterale Italia-Messico, Videgaray Caso parla anche di fenomeno migratorio in “profondo mutamento negli ultimi anni” e annuncia un pressing sull’ONU anche anche insieme alll’Italia. “Lavoriamo insieme sul tema dei diritti umani e ora stiamo lavorando insieme su un tema fondamentale per il Messico e per l’Italia, che sono le migrazioni. L’obiettivo è la formulazione di un nuovo patto globale nel quadro delle Nazioni Unite, da far approvare alla prossima assemblea generale del 2018”.

Nella sintesi di Alfano trovano spazio soprattutto gli aspetti economici nelle relazioni con il Messico. Al termine della due giorni di lavoro, che ha fra l’altro partorito la firma di due intese di cooperazione scientifica e per coproduzioni cinematografiche, il plauso del Ministro degli esteri italiano va a una rafforzata collaborazione economica, con scambi da 5 miliardi di euro, che spinge la Farnesina a lodare le iniziative adottate da Città del Messico per promuovere le iniziative imprenditoriali.

 

Leggi anche

Asante calcio, i migranti scendono in campo

Palermo. La presentazione ufficiale è stata fatta giovedì scorso, ma adesso la Asante calcio scende …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *