Home / Notizie / Esteri / Grecia, ancora una petroliera che affonda, altro disastro ambientale

Grecia, ancora una petroliera che affonda, altro disastro ambientale

Atene. Una petroliera, con a bordo 2200 metri cubi di olio combustibile, è affondata di fronte alle coste dell’isola di Salamina, in Grecia. Tratti in salvo i due membri dell’equipaggio, l’attenzione adesso si è spostata tutta verso quella grande macchia nera che pian piano si sta allungando proprio in direzione delle meravigliose spiagge dell’isola a sud ovest di Atene.

“Le operazioni di ripulitura sono cominciate ieri. In alcune aree è però difficile operare, perché non sono ben accessibili. La striscia di inquinamento si estende per due chilometri”, ha spiegato la sindaca della località colpita, che teme seriamente per i danni causati all’ecosistema. Stesse preoccupazioni che colpiscono anche i residenti locali, che guardano già al lungo periodo con ansia.

Quella di Salamina è una zona naturale molto delicata, e anche per questo una delle mete privilegiate dai turisti in questo arcipelago. “Un disastro ambientale ed economico”, lo ha definito la sindaca, conscia delle ripercussioni che questo accaduto avrà anche sul turismo nel breve e medio periodo.

Nelle ore scorse il ministro della Marina mercantile greca, Kouroublis, aveva dichiarato come tutte le precauzioni necessarie fossero state adottate, mettendo in sicurezza lo scafo della nave, in modo da non attendersi altre perdite oltre quella iniziale.

(di Alessandro Marinai)

Leggi anche

Asante calcio, i migranti scendono in campo

Palermo. La presentazione ufficiale è stata fatta giovedì scorso, ma adesso la Asante calcio scende …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *