Home / Notizie / Esteri / In Norvegia sarà ancora un governo di centrodestra

In Norvegia sarà ancora un governo di centrodestra

Oslo. Grazie ad un proporzionale puro, pur uscendo dalle legislative come secondo partito più votato, i conservatori di Erna Solberg rimangono al governo della Norvegia. Un 25% di preferenze, secondo solo al Partito Laburista, che però sommate a quelle del resto della coalizione di centro destra permettono la continuità in un Paese che da poco si è rialzato da una dura crisi che lo aveva colpito negli ultimi anni.

Il tonfo del prezzo del petrolio, fonte che costituisce la principale ricchezza della Norvegia, aveva portato ad una crescita esponenziale della disoccupazione, con oltre 50mila addetti nel petrolchimico che improvvisamente si sono ritrovati a dover stare a casa. Crisi poi rientrata negli ultimi mesi, con la disoccupazione quasi totalmente riassorbita ed il governo di centrodestra che ha ricominciato a crescere anche nei favori degli elettori, inizialmente più propensi ad un riavvicinamento verso i socialdemocratici. E col partito Laburista che si è ritrovato con 10 punti in meno nei sondaggi.

Fonte di voti “buoni” alla causa del centrodestra anche il Partito del progresso, terza forza nel paese, alleato coi Conservatori ed accusato più volte di essere una formazione di destra populista.

Chi esce completamente ridimensionato, e distrutto, da queste elezioni sono i Verdi, accreditati di essere il vero ago della bilancia nell’eterna lotta tra centrodestra e centrosinistra, e che invece si trovano addirittura fuori dal Parlamento, dopo aver raccolto un misero 3,3% di preferenze – meno della soglia minima necessaria per eleggere i propri deputati che è del 4%.

(di Alessandro Marinai)

Leggi anche

Asante calcio, i migranti scendono in campo

Palermo. La presentazione ufficiale è stata fatta giovedì scorso, ma adesso la Asante calcio scende …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *