Home / Notizie / Esteri / Venezuela, Maduro attua la sua vendetta contro gli oppositori

Venezuela, Maduro attua la sua vendetta contro gli oppositori

Caracas. Il passaggio dalle parole ai fatti, per Nicolàs Maduro, è stato questione di pochi giorni. La vendetta contro Luisa Ortega Dìaz, ex Procuratore generale del Venezuela, è passara infatti per mano del successore, insediato dalla nuova Costituente, Tarek Saab, che ha formulato le accuse “di tradimento” proprio contro la Dìaz, suo marito, nonché deputato dell’opposizione German Ferrer e contro diversi membri del vecchio team della Procura.

La conferma del pugno duro di Maduro è arrivata poco dopo dalla denuncia diretta della Ortega che tramite Twitter ha informato dell’arrivo presso il suo domicilio degli uomini della Sebin (i servizi interni del Venezuela), aggiungendo come questo sia parte della “vendetta del governo” contro tutti coloro che si oppongono al totalitarismo nel Paese.

Nicolàs Maduro, però, ha saputo andare anche oltre la vendetta contro la Dìaz: ha inviato la Commissione per la Verità, istituita dall’Assemblea Costituente, ad avviare delle indagini su quei leader dell’opposizione che si erano candidati alle elezioni dei governatori. Elezioni che si sarebbero dovute tenere nel dicembre scorso ma poi rinviate sine dia. Lo scopo di Maduro è quello di verificare la loro eventuale responsabilità nelle manifestazioni di protesta che hanno visto la morte di oltre 120 persone in tutto il Paese.

Tra i leader nel mirino anche l’ex sindaco di Caracas, Antonio Ledezma, che lo scorso 31 luglio è stato arrestato in piena notte nella propria abitazione.

(di Alessandro Marinai)

L’ex Procuratore generale del Venezuela, Luisa Ortega Dìaz

Leggi anche

Asante calcio, i migranti scendono in campo

Palermo. La presentazione ufficiale è stata fatta giovedì scorso, ma adesso la Asante calcio scende …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *