Home / Lifestyle / Eventi / La pittura fluttuante di Lionella Lise in mostra a San Donato in Poggio

La pittura fluttuante di Lionella Lise in mostra a San Donato in Poggio

Firenze. Il colore che libera l’anima, l’armonia fluttuante dei cromatismi accesi e contrastanti che riequilibra il rapporto tra uomo e natura dipingono e universalizzano il prestigioso Palazzo Malaspina di San Donato in Poggio. Fino al 3 settembre prossimo l’Unione dei Comuni di Tavarnelle Val di Pesa e Barberino Val d’Elsa arricchisce il ventaglio delle proposte estive con una mostra di alto profilo artistico. Al centro dell’evento gli ultimi lavori della pittrice Lionella Lise, di origine agordina, protagonista della mostra promossa e organizzata dall’Unione comunale del Chianti fiorentino. L’evento Incanti e Colori è la personale con la quale il palazzo rinascimentale, adibito a polo espositivo da alcuni anni, al termine del complesso progetto di restauro, ancora una volta si fa centro culturale di alto respiro e fonde atmosfere e tracce del passato ai segni della contemporaneità. Le opere dell’artista Lionella Lise saranno in mostra nell’edificio fulcro del borgo di San Donato in Poggio, uno dei piccoli centri medievali più belli d’Italia, fino al 3 settembre.

Gli orari di apertura sono i seguenti: lunedì, martedì, giovedì, venerdì, sabato 10:00 – 13:00 e 16:30 – 19:30 domenica 16:30 – 19:30. Palazzo Malaspina si trova in via del Giglio n. 47 a San Donato in Poggio, frazione di Tavarnelle Val di Pesa (FI). Ingresso libero.

Lionella Lise, di origine agordina, giunge giovanissima a Firenze, dove frequenta e consegue la specializzazione al Magistero presso l’Istituto Statale d’Arte di Porta Romana. Dopo varie esperienze espressive, che hanno riguardato per un lungo periodo anche la scultura in refrattario, Lionella Lise ha trovato un suo originale modo di raccontare le emozioni nei luoghi in cui vive e durante i frequenti viaggi all’estero. Le sue forme, i suoi colori, hanno radici nel reale, ma subiscono una metamorfosi che le pone su un piano alto dominato dalla fantasia, tendente a renderle astratte, per estrarre, da esse, significati che, nel superare la materialità, ne esprimono aspetti intrinseci ben più complessi. Si legge in ogni opera il filo di una rapsodia che ne ha guidato la creazione, annullandone la percezione specifica dei sensi: si vede la musicalità e si ascoltano le forme, intendo sensazioni sinestetiche che provengono prevalentemente dall’inconscio; e dall’inconscio scaturiscono i sogni.

Numerose sono state le occasioni di presentazione dei suoi lavori sia con mostre personali che collettive insieme anche a celebri maestri quali Augusto Murer e Tono Zancanaro. Oltre alla galleria Mentana di Firenze ed alla galleria Petrofil di Milano, le sue opere sono state esposte nel Palazzo Comunale di Agordo ed in varie sedi di pro-loco regionali oltre che, più di recente, alla Galleria OnArt di Firenze ed al Museo Murer di Falcade. Lionella Lise vive e lavora a Firenze in Via della Pergola 59 (Casa di Benvenuto Cellini).

Leggi anche

Asante calcio, i migranti scendono in campo

Palermo. La presentazione ufficiale è stata fatta giovedì scorso, ma adesso la Asante calcio scende …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *