Home / Rubriche / Passepartout per il mondo antico / Proposizioni dubitative

Proposizioni dubitative

Firenze. Le proposizioni dubitative, che si usano per esprimere un dubbio od incertezza in forma interrogativa, si riconoscono dal fatto che la proposizione deve essere interrogativa ed il verbo deve trovarsi al futuro indicativo (che faro?) o deve essere accompagnato dal verbo “dovere” espresso o sottinteso (che devo fare?).

Le proposizioni dubitative si traducono con il congiuntivo presente se il dubbio si riferisce al presente o con il congiuntivo imperfetto se il dubbio si riferisce al passato.

(di Letizia Pancrazi)

Leggi anche

Ablativo di paragone

Firenze. Il complemento di paragone si usa in espressioni comparative per tradurre il secondo termine …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *