Home / Notizie / Sport / Moto e disabilità: la Dream World Bridgestone Cup all’autodromo del Mugello

Moto e disabilità: la Dream World Bridgestone Cup all’autodromo del Mugello

Firenze. fervono i preparativi per il tradizionale appuntamento con la Dream World Bridgestone Cup, la gara internazionale riservata a piloti con disabilità che si svolgerà il 26/27 agosto sul tracciato del Mugello.

Dopo il successo ottenuto in Francia con la Handy Race, disputata in anteprima mondiale durante la tappa della MotoGP sul circuito di Le Mans lo scorso 20 maggio, un altro traguardo importante per il motociclismo paralimpico: per questa 4° edizione sono attesi ben 42 piloti (il massimo concesso dal regolamento), provenienti da Colombia, Francia, Belgio, Spagna, Austria, Repubblica Ceca e ovviamente Italia.

Il Mugello sarà anche l’ultima tappa valida per il campionato italiano, il Di.Di.Bridgestone Cup: a giocarsi il titolo nelle 1000cc. Emiliano Malagoli, in testa alla classifica, seguito da Emiliano Alberti e Franco Ubaldini. Mentre per le 600cc., il viterbese Maurizio Castelli, vincitore della gara a Le Mans, dovrà difendersi dai diretti avversari Alex Innocenti e Giorgio Quintana.

Anche i piloti del Team francese dell’associazione Handy Free Riders si giocheranno il titolo della “PMR CUP 2017” (Piloti con Mobilità Ridotta) sul tracciato toscano: c’è grande attesa per le prestazioni del presidente dell’associazione, Stephane Paulus, pilota paraplegico, che lo scorso anno al suo esordio al Mugello ha fato registrare uno straordinario 2.06.

Prosegue quindi il felice connubio tra Di.Di. e HFR: grazie a una raccolta fondi organizzata da entrambe, al Mugello ritornerà il pilota colombiano Christian Felipe Cristancho, presente anche alla scorsa edizione. Ad affiancarlo, alcune new entry: l’austriaco Peter Roho, Martin Horký dalla Repubblica Ceca, e lo spagnolo Jose Luis Peñacoba Madruga.

Sia le prove di qualifica che la partenza verranno calcolate in base ai coefficienti di disabilità come avviene per le paralimpiadi, coefficienti che la Onlus Di.Di. sta studiando da oramai 4 anni, grazie alla collaborazione di Igor Confortin, allenatore della nazionale di Para Snowboard.

La partenza, lanciata, sarà in stile Le Mans, con i piloti schierati sulle loro moto sorretti dal proprio staff, di fronte alle tribune. L’appuntamento si presenta dunque imperdibile, con una griglia numerosa come non mai, e con tanti titoli in palio.

Leggi anche

Diminuiscono i reati, si rafforza il sentimento di paura

Firenze. Lo ha detto Marco Minniti, ministro dell’Interno, nella scorsa conferenza stampa di Ferragosto: i …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *