Home / Notizie / Economia / Parigi: obiettivo la finanza della City

Parigi: obiettivo la finanza della City

Parigi. Guadagnare dalla Brexit scippando le strutture finanziarie alla City di Londra e portarle entro i propri confini, per quello che sarebbe uno dei più grandi progetti economico-finanziari degli ultimi decenni. In Francia ci stanno pensando bene, ed il primo colpo è stato sferrato ai cugini d’oltre Manica. Parigi vuole fortemente prendere il posto di Londra come capitale della finanza, preferibilmente non solo europea.

Il premier francese, Edouard Philippe, fa la parte dell’imbonitore: ha già proposto alle società tutta una serie di misure riassunte in un pacchetto che prevede una tassazione agevolata, una nuova legge sul lavoro, facilitazioni alle aziende e nuove scuole internazionali. Basta un trasferimento, poi così neanche troppo impegnativo, da Londra a Parigi. Appunto.

In questa maniera le azioni non entreranno più nel computo dell’imposta patrimoniale, le imposte sulle società saranno ridotte, mentre per i redditi da capitale sarà previsto un prelievo unico.

Ma anche se da Parigi hanno deciso di giocarsela fino in fondo, le strade della finanza sembrano aver dirottato verso altri lidi, al momento più convenienti: Dublino in primis, ma anche Francoforte e Lussemburgo. Con buona pace della capitale francese che potrà comunque sempre pensare all’avversaria britannica, quella Londra prima ombelico finanziario del mondo, adesso centro di un (possibile e non ancora completo) fuggi fuggi imprenditoriale.

(di Alessandro Marinai)

Leggi anche

F1, il dopo Gp Singapore

Singapore. Viene in mente Suzuka 2006, o ancora Singapore 2008. Tappe fondamentali, con una Rossa …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *