Home / Notizie / Cronaca / Rapina finisce in tragedia a Pisa: ucciso un malvivente

Rapina finisce in tragedia a Pisa: ucciso un malvivente

Pisa. Una rapina in gioielleria a Pisa, avvenuta nel tardo pomeriggio di ieri, intorno alle ore 20.00, è finita in tragedia, con una vittima. Il titolare del negozio, un uomo di 69 anni, ha reagito, sparando e uccidendo uno dei banditi. Il fatto di sangue è accaduto in via Battelli, non lontano dal centro storico della città. In base a quanto emerso, secondo alcune testimonianze, i rapinatori (due o tre) sarebbero stati armati con una pistola.

Nel 1999, il titolare della stessa gioielleria era stato anche accoltellato da malviventi, finendo in prognosi riservata. Ieri, in azione, sarebbero entrati in due con un probabile complice che faceva il palo all’esterno dell’attività. All’interno si trovava il gioielliere insieme alla moglie. Non è ancora stata ricostruita l’esatta dinamica di quanto accaduto: il titolare ha reagito e sparato con la pistola che deteneva regolarmente, ferendo a morte uno dei rapinatori. Gli altri due malviventi sarebbero, invece, fuggiti a piedi.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri, incaricati poi di seguire le relative indagini, e anche le volanti della polizia. In via Battelli è giunto il sostituto procuratore, Paola Rizzo, per un sopralluogo all’interno della gioielleria dove giaceva il corpo senza vita del rapinatore, in attesa del medico legale e della scientifica. Il gioielliere e la moglie sono stati invece accompagnati in caserma dai carabinieri per essere interrogati per ricostruire i dettagli della vicenda.

Leggi anche

Il decimo Quilting Day della Toscana

Firenze. Il primo di ottobre si terrà il decimo Quilting Day della Toscana presso l’Associazione …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *