Home / Notizie / Economia / Draghi rilancia l’Europa: “La crisi è alle nostre spalle”

Draghi rilancia l’Europa: “La crisi è alle nostre spalle”

Firenze. La grave crisi economica degli ultimi anni ha creato “condizioni fertili per dare voce alla retorica nazionalista e populista”, ma ci ha anche portato “a migliorare la nostra conoscenza delle forze politiche ed economiche, e quindi a tradurre questa nuova conoscenza in azione. In questo modo la crisi ha finito col rivelarsi una distruzione creativa che alla fine ha dato forma alla nostra risposta politica”. E’ questo il quadro tracciato in un discorso a Tel Aviv dal presidente della Banca centrale europea, Mario Draghi, che ha sottolineato: “Ora la crisi è alle nostre spalle”.

Dal punto di vista sociale e politico, “i fondatori dell’Europa avevano ragione, ma nel sessantesimo anniversario dei trattati di Roma servono ulteriori progressi”. “Le sfide che dobbiamo affrontare – ha ribadito lo stesso Draghi – vanno oltre l’Unione economica e monetaria: riguardano la sicurezza, le migrazioni, la difesa e in generale tutte quelle sfide che possono essere affrontate solo accorpando la sovranità” dei paesi dell’Unione Europea.

Il presidente della Bce ha infine ricordato come “l’Unione europea e l’euro hanno sempre avuto il sostegno della maggioranza dei cittadini europei, ma spesso è stata solo l’opposizione ad alta voce ad essere ascoltata. “Ora questa maggioranza silenziosa ha riacquistato la sua voce, il suo orgoglio e la fiducia in se stessa”, ha chiosato.

Leggi anche

Fiducia dei consumatori e delle imprese: stabile a luglio

Firenze. Nel mese di luglio 2017, l’indice del clima di fiducia dei consumatori aumenta leggermente …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *