Home / Notizie / Società / L’Europa di Bansky

L’Europa di Bansky

Londra. Una bandiera europea, un operaio ed una stella che pian piano viene rimossa. E’ la visione di Bansky, famoso writer inglese, sull’Europa del futuro. Una stella in meno, quella della Gran Bretagna, in un murales che fa bella sfoggia di sé su di un edificio di Dover, rinomata città costiera britannica, da sempre considerata il punto di passaggio tra l’Europa continentale e la “perfida Albione”.

Dover che ha avuto un ruolo fondamentale durante la campagna referendaria per la Brexit; Dover, caposaldo di coloro che hanno votato per il “leave”. Dover, ultimo baluardo di fronte alla Manica, che divide e protegge i sudditi di Sua Maestà da quella Bruxelles tanto odiata.

L’opera di Bansky è stata realizzata proprio mentre all’Eliseo saliva Emmanuel Macron, convinto europeista, scelto dai francesi che, a differenza dei britannici, evidentemente credono ancora nel sogno europeo, in un continente unito, nell’unione fra i popoli, nella libertà di circolazione, di studio, di lavoro. Tempistica perfetta, non una coincidenza. Forse, anche, un segno del destino.

(di Alessandro Marinai)

Leggi anche

Asante calcio, i migranti scendono in campo

Palermo. La presentazione ufficiale è stata fatta giovedì scorso, ma adesso la Asante calcio scende …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *