Home / Notizie / Esteri / Giappone e Cina temono Pyongyang

Giappone e Cina temono Pyongyang

Tokyo. Sulla questione nord coreana serve “autocontrollo e moderazione”. Sono le parole di Xi Jinping, presidente cinese, rivolte all’omologo statunitense Donald Trump durante una conversazione telefonica. Parole che lasciano trapelare non poco le preoccupazioni della Cina per l’escalation di violenza “verbale” che nei giorni scorsi si è avuta tra l’amministrazione di Washington e quella di Pyongyang. Con gli Usa che hanno più volte ribadito di aver posto sul tavolo diverse opzioni per contrastare la crescita e la deriva nucleare nord coreana, compresa quella di un intervento militare.

E dopo la telefonata da Pechino, a Trump è arrivata anche quella da Tokyo: con Shinzo Abe, premier giapponese, che ha ribadito – anche se con toni diversi e più tranquilli rispetto a quelli di Xi Jinping – come il programma nucleare e balistico di Pyongyang rappresenti una seria minaccia per il Giappone e per l’intera comunità internazionale.

E proprio per questo pericolo, che il Giappone corre per via della vicinanza con la Corea del Nord, Abe ha informato che sono già cominciate le manovre militari congiunte tra la marina giapponese e la portaerei statunitense Carl Vinson.

(di Alessandro Marinai)

Leggi anche

Asante calcio, i migranti scendono in campo

Palermo. La presentazione ufficiale è stata fatta giovedì scorso, ma adesso la Asante calcio scende …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *