Home / Notizie / Esteri / Ancora terrore a Parigi: spari sugli Champs Elysées

Ancora terrore a Parigi: spari sugli Champs Elysées

Parigi. Ieri sera, sugli Champs Elysées di Parigi si è verificata una sparatoria. Un agente di polizia è rimasto ucciso dopo essere stato raggiunto da alcuni colpi di arma da fuoco, esplosi da un’arma automatica, altri due poliziotti sono rimasti gravemente feriti; così come un turista (in modo lieve). Anche l’attentatore è stato neutralizzato dalle forze dell’ordine, che hanno immediatamente provveduto ad evacuare la zona.

Il presidente Francois Hollande, al termine di un vertice sulla sicurezza all’Eliseo, ha affermato che ha pista privilegiata resta quella del terrorismo islamista: “E’ stata aperta un’inchiesta da parte della Procura antiterrorismo di Parigi”.

La sparatoria, condotta dall’assalitore a colpi di Kalashnikov, è avvenuta all’altezza del grande magazzino Marks & Spencer. Secondo il quotidiano Le Monde, che cita fonti della polizia, il presunto terrorista sarebbe arrivato sul luogo dell’attentato in automobile e, dopo essere sceso dalla vettura, avrebbe aperto il fuoco contro gli agenti, prima di essere ucciso da altri poliziotti.

L’agenzia Amaq, facente parte della galassia dello Stato Islamico, ha riferito che l’attacco è stato messo in atto da un “combattente” dell’Isis, conosciuto come Abu Yusuf al Beljiki, ovvero “il belga”. Lo ha riferito Site, l’organizzazione statunitense che monitora i siti jihadisti.

Il profilo dell’attentatore

L’attentatore aveva 39 anni ed era conosciuto dai servizi segreti francesi per la sua radicalizzazione islamista. Stando a quanto riportato dall’emittente Bfmtv, l’uomo (vissuto per anni nelle banlieu parigine) era stato precedentemente condannato a 15 anni di carcere per aver sparato a due agenti di polizia nel 2001. Il procuratore Francois Molins ha riferito ai giornalisti che l’identità dell’attentatore è stata accertata ma non ancora rivelata ufficialmente, a causa dell’inchiesta in corso.

Leggi anche

Pos, quanto mi costi?

Firenze. Da questo settembre scattano le sanzioni per chi non si adegua all’obbligatorietà del Pos, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *