Home / Notizie / Esteri / Orly, l’assalitore: “Sono qui per morire per Allah”

Orly, l’assalitore: “Sono qui per morire per Allah”

Parigi. Zied B., l’uomo di 39 anni che ieri mattina ha seminato il terrore all’aeroporto di Orly, circa 90 minuti prima dell’assalto armato allo scalo, aveva sparato contro la polizia ad un posto di blocco. Il presunto terrorista, di nazionalità francese, era un pregiudicato per traffico di stupefacenti, molto vicino ad ambienti fondamentalisti: dopo aver sottratto l’arma ad una soldatessa, era riuscito ad entrare in un negozio all’interno dell’aeroporto parigino, prima di essere ucciso dalle forze di sicurezza.

Intorno alle ore 7.00 di ieri, un individuo a bordo di una Renault Clio ha aperto il fuoco contro la polizia in località Stains (Seine-Saint-Denis), a pochi chilometri da Orly. Secondo quanto ricostruito dagli investigatori, l’uomo avrebbe estratto la pistola e sparato dopo che una poliziotta, rimasta ferita alla testa, gli aveva chiesto di esibire i documenti. Dopo essere fuggito, abbandonando l’auto a Vitry, a pochi chilometri di distanza da Steins, ha proseguito la sua fuga su una Citroen Picasso rubata. A bordo della Clio è stata trovata una camicia sporca di sangue, mentre la Citroen è stata poi trovata nel parcheggio dell’aeroporto di Orly.

Secondo il racconto di un testimone, l’assalitore ha preso in ostaggio una soldatessa dell’operazione Sentinelle ed ha minacciato altri due soldati con il fucile della donna. L’uomo di è poi diretto verso il ristorante McDonald’s, situato nel terminal sud dell’aeroporto francese, prima di essere ucciso dalle forze di sicurezza. Poco tempo prima di essere neutralizzato, stando a quanto riportato da alcuni media transalpini, l’uomo avrebbe scritto un sms indirizzato alla famiglia: “Ho fatto una cavolata, ho sparato alla polizia”.

Leggi anche

Parigi: paura all’aeroporto di Orly, ucciso un uomo

Parigi. Ancora paura in Francia, questa volta presso l’aeroporto parigino di Orly. Intorno alle ore …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *