Home / Notizie / Società / Spagna: tredici anni dall’11 marzo 2004

Spagna: tredici anni dall’11 marzo 2004

Madrid. L’11 marzo 2004 ha segnato una delle pagine di cronaca più nere nella storia non solo spagnola, ma di tutta Europa. Quel giorno il terrore colpì fra i binari della metro madrilena, uccidendo 193 persone e ferendone ben 1.841. Di quei morti, 143 erano spagnoli, gli altri di 17 nazionalità diverse. Per questo non si è mai parlato di attacco solo contro la Spagna, ma al mondo intero.

Sono passati tredici anni, e l’associazione delle vittime, insieme alle istituzioni spagnole, hanno deciso di costruire un memoriale, inaugurato in questi giorni, in ricordo proprio di quelle vittime, perite per undici bombe piazzate su quattro diversi treni da una cellula jihadista facente capo ad al-Qaeda. Il suono delle campane delle chiese di Madrid hanno accompagnato la celebrazione di questo triste anniversario; così come hanno fatto le manifestazioni alla stazione di Atocha – dove esplose uno dei convogli – e nel Parco del Retiro, nel quale 191 alberi sono stati piantati a testimonianza e ricordo di quanto accaduto.

Intanto, in tutta Europa, nella giornata di sabato appena trascorsa si è celebrata la Giornata delle vittime del terrorismo. Terrorismo che è una piaga che ancora non lascia le nostre terre, ma che anzi cambia, si evolve, colpendo ancora, magari in maniera diversa e ancora più subdola; e che continua a far piangere i nostri cuori.

(di Alessandro Marinai)

Leggi anche

Europei Tbilisi 2017 di scherma: la Toscana grande protagonista

Firenze. La Toscana fa “5+1”. Tanti, tra Livorno, Pisa e Siena, sono gli atleti che …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *