Home / Lifestyle / Eventi / La Mille Miglia festeggia 90 anni

La Mille Miglia festeggia 90 anni

Firenze. Dopo la laboriosa fase di selezione delle 705 domande provenienti da 41 Paesi, al Salone internazionale dell’automobile di Ginevra è stato presentato l’elenco ufficiale dei 440 partenti, in rappresentanza di 36 nazioni e di 5 continenti. Da giovedì 18 a domenica 21 maggio saranno attraversati più di 200 comuni, 7 regioni italiane e la Repubblica di San Marino.

Per il suo novantesimo compleanno la Mille Miglia, la cui prima edizione fu disputata nel 1927, si regala la trentacinquesima edizione rievocativa. La presentazione internazionale è avvenuta oggi a Ginevra, per tradizione luogo d’incontro di diverse culture e dialogo multietnico e multiconfessionale, in sintonia con l’atmosfera di amicizia internazionale che da sempre caratterizza la Freccia Rossa.

A conferma di come la Mille Miglia rappresenti sempre di più quello che Enzo Ferrari definì un “museo viaggiante unico al mondo”, da giovedì 18 a domenica 21 maggio, il pubblico che assisterà alle quattro tappe da Brescia a Roma e ritorno potrà ammirare 440 vetture d’epoca di straordinario valore storico, tecnico e sportivo, appartenenti a ben ottantadue diverse Case costruttrici, in centinaia di differenti modelli.

A completare questa cifra mai raggiunta da nessun’altra competizione per vetture classiche, ci saranno ulteriori dieci automobili appartenenti alla “Categoria Militare”, condotte da alti ufficiali delle diverse Armi delle Forze Armate Italiane, come accadde alla Mille Miglia del 1952.

Questi 440 capolavori di design e meccanica, costruiti prima del 1957 (l’anno dell’ultima edizione di velocità), daranno vita a una kermesse automobilistica senza paragoni, lungo circa 1.700 km di strade italiane, che sarà resa ancor più affascinante da altre 150 automobili – prodotte dopo il 1958 – partecipanti al “Ferrari Tribute to Mille Miglia” e al “Mercedes-Benz Mille Miglia Challenge”, riservati a vetture in prevalenza moderne delle due Case.

In tutte le lingue

A fronte di iscrizioni pervenute da 41 Nazioni di tutti i continenti, i Paesi degli equipaggi ammessi al via sono 36, con l’Italia che continua a essere il Paese maggiormente rappresentato, con 236 partenti (26,8% sul totale) selezionati su 331 iscrizioni (pari al 23,5%). Per la prima volta in tutte le 35 rievocazioni, il secondo Paese per numero di partecipazioni non sarà quest’anno la Germania, superata dall’Olanda e raggiunta dal Regno Unito.

La costante crescita dei Paesi del Benelux degli ultimi anni è confermata dall’accettazione di 104 cittadini olandesi (su 159 iscritti), 49 del Belgio (69) e 10 del Lussemburgo (su 11). Dalla Germania, scesa al terzo posto, arriveranno 69 partecipanti (su 116 iscrizioni), così come 69 saranno i sudditi di Sua Maestà Britannica (115 iscrizioni). In aumento sono pure gli appassionati provenienti dalla Svizzera, con 46 accettati (su 67), e dal Giappone, con 34 accettati su altrettanti iscritti. Poco variate le partecipazioni da Stati Uniti d’America, con 42 (su 61), e da Argentina con 13 (su 18).

Da notare che, aumentando ogni anno il numero di equipaggi composti da rappresentanti di nazionalità diverse, il computo è riferito ai singoli individui. Va considerato che sui 1.410 componenti i 705 equipaggi di altrettante vetture iscritte, non è nota la nazionalità di 214 persone, la cui identità non è stata ancora comunicata.

Leggi anche

Da New York alla scoperta del Piemonte

New York. Un tavolo, tanto cioccolato, sei persone ed una regione, il Piemonte. A New …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *