Home / Lifestyle / Auto e motori / Auto: PSA si compra Opel e Vauxhall

Auto: PSA si compra Opel e Vauxhall

Parigi. Evidentemente il marchio Opel fa gola a molti, nonostante gli anni bui appena passati. Prima un pensierino sul marchio tedesco ce lo aveva fatto la Fiat di Marchionne, fresca dell’acquisizione dell’americana Chrysler; poi il tutto svanì in una bolla di sapone a “causa” del governo tedesco che preferì lasciarla nelle mani di GM. Da quel momento sono passati anni di rilancio, con investimenti mirati, nuovi progetti, nuove e ben riuscite autovetture. Tanto da portare verso di sé gli occhi attenti del gruppo PSA che, notizia fresca di giornata, per 1,3 miliardi di euro si è accaparrato proprio da General Motors i marchi Opel e Vauxhall.

Un’acquisizione che porterà alla nascita del 2° gruppo automobilistico europeo – dopo quello Volkswagen-Audi – che può contare su un parco di 4,3 milioni di veicoli, 3 dei quali soltanto nel Vecchio continente; il tutto grazie ad un’operazione che, secondo i piani transalpini, dovrebbe riportare al verde il marchio tedesco nell’arco dei tre anni. “Libereremo tutto il potenziale di Opel e Vauxhall. Siamo impegnati nella salvaguardia di questi due marchi iconici rispettivamente tedesco e britannico. Confidiamo nel talento dei dipendenti di Opel e Vauxhall per accelerare l’inversione di tendenza”, ha dichiarato Carlos Tavares, ad di PSA.

Il piano industriale, o almeno quel poco del quale è trapelato in queste ore, non prevederebbe la chiusura di alcuna fabbrica Opel. Ad escluderlo è direttamente Tavares, che l’ha definita una soluzione “semplicistica”. L’obiettivo primario di PSA è l’attivo, da raggiungere grazie anche alla condivisione di tecnologia, dei canali commerciali e dei progetti di sviluppo.

Nello stesso comunicato col quale Peugeot-Citroen ha dato notizia dell’acquisizione di Opel e Vauxhall, è stato reso noto anche il passaggio – sempre da General Motors – delle operazioni finanziarie di Gm Europe, per un valore di 900 milioni di euro, reso possibile grazie ad un accordo con Bnp Paribas.

(di Alessandro Marinai)

Leggi anche

Asante calcio, i migranti scendono in campo

Palermo. La presentazione ufficiale è stata fatta giovedì scorso, ma adesso la Asante calcio scende …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *