Home / Notizie / Esteri / Berlino: perquisizioni antiterrorismo

Berlino: perquisizioni antiterrorismo

Berlino. Maxi operazione contro il jihadismo, con 24 perquisizioni in altrettanti luoghi nell’ambito di un indagine sul terrorismo di matrice islamista. Diversi appartamenti, due imprese ed un’associazione-moschea chiamata Fussilet, nel quartiere di Moabit a Berlino. Soprattutto quest’ultimo, luogo di preghiera e di ritrovo, frequentato anche da Anis Amri, l’attentatore del mercatino di Natale dove lo scorso 19 dicembre trovarono la morte 12 persone.

Tutta una serie di blitz con molti fermi ed interrogatori, tra i quali quelli di alcuni studenti italiani che avevano conosciuto Amri a Berlino; il quale si manteneva con piccoli traffici e spacciando hashish, e del quale si continuano a scoprire particolari della vita da terrorista; fino ad ora sono venute a galla ben 14 identità diverse dell’attentatore.

Tra gli interrogati anche una giovane ragazza, coinquilina di Amri. La descrizione fatta del jihadista, però, sarebbe molto diversa da quella che hanno gli inquirenti tedeschi, probabilmente perché risalente al periodo precedente la radicalizzazione, quando ancora l’idea del martirio sarebbe stata molto lontana dalla testa di Amri.

(di Alessandro Marinai)

Leggi anche

F1, il dopo Gp Singapore

Singapore. Viene in mente Suzuka 2006, o ancora Singapore 2008. Tappe fondamentali, con una Rossa …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *