Home / Notizie / Cronaca / Arezzo: uccide il padre a fucilate, arrestato un diciottenne

Arezzo: uccide il padre a fucilate, arrestato un diciottenne

Arezzo. Un giovane di 18 anni di Lucignano, in provincia di Arezzo, ha ucciso a fucilate il padre Raffaele di 51 anni. L’arma, caricata a pallettoni, veniva utilizzato dalla vittima per la caccia al cinghiale. “Mi chiamo Giacomo Ciriello, abito a Lucignano, venite ho ucciso il mio babbo”, ha detto per telefono ai carabinieri dopo il tragico fatto. Secondo una prima ricostruzione dei militari, il diciottenne ha atteso il rientro del padre a casa e quando è salito sul terrazzo per aprire la porta, è uscito e gli ha sparato. Poi ha chiamato il 112 e si è autodenunciato. L’omicidio è maturato in seguito ad una violenta lite con il padre, occorsa qualche ora prima. Il ragazzo, dopo la separazione dei genitori, viveva e lavorava con il padre come fabbro.

Leggi anche

Filippo Megli, campione di nuoto ai Mondiali di Budapest

Firenze. “Filippo sei l’orgoglio di tutta la comunità di San Casciano”. Applausi per il campione …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *