Home / Notizie / Cronaca / Arezzo: uccide il padre a fucilate, arrestato un diciottenne

Arezzo: uccide il padre a fucilate, arrestato un diciottenne

Arezzo. Un giovane di 18 anni di Lucignano, in provincia di Arezzo, ha ucciso a fucilate il padre Raffaele di 51 anni. L’arma, caricata a pallettoni, veniva utilizzato dalla vittima per la caccia al cinghiale. “Mi chiamo Giacomo Ciriello, abito a Lucignano, venite ho ucciso il mio babbo”, ha detto per telefono ai carabinieri dopo il tragico fatto. Secondo una prima ricostruzione dei militari, il diciottenne ha atteso il rientro del padre a casa e quando è salito sul terrazzo per aprire la porta, è uscito e gli ha sparato. Poi ha chiamato il 112 e si è autodenunciato. L’omicidio è maturato in seguito ad una violenta lite con il padre, occorsa qualche ora prima. Il ragazzo, dopo la separazione dei genitori, viveva e lavorava con il padre come fabbro.

Leggi anche

Toscana, terra perfetta per film e fiction

Firenze. La Toscana a settembre torna ad essere protagonista di una nuova stagione di set, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *