Home / Notizie / Esteri / Usa: i democratici occupano la Camera. Nuova legge sulle armi è una priorità

Usa: i democratici occupano la Camera. Nuova legge sulle armi è una priorità

Washington Dc. Che sia una forma di protesta “vera”, o che sia soltanto uno spot elettorale quasi poco importa; perché quel che è certo è che siamo di fronte ad una vera e propria novità per la politica statunitense. Un evento senza precedenti, un sit-in che sta vedendo alcuni deputati democratici prendere possesso da quasi dieci ore della Camera dei rappresentanti.

A dieci giorni esatti dalla strage di Orlando, in Florida – che ha fatto tornare alla ribalta l’annosa questione del diritto di ogni singolo cittadino americano al possesso delle armi da fuoco – la questione si fa davvero incandescente; con l’appoggio diretto del presidente Usa, Barack Obama, i democratici stanno cercando di smuovere le acque per arrivare all’approvazione di un pacchetto di misure atte a rendere più difficile la vendita ed il possesso di armi da fuoco a quei soggetti ritenuti pericolosi per la società.

130326-090037_mi260313est_044

Una svolta che porterebbe ad un giro di vite di portata storica (per gli Stati Uniti), ma contro la quale si è schierato compatto tutto il partito repubblicano; che detiene la maggioranza assoluta al Senato, dove nei giorni scorsi è stata bocciata la proposta di legge in questione, una proposta voluta e cercata fortemente proprio da Obama.

Da qui la protesta democratica, con John Lewis, deputato della Georgia, che in testa a tutti è stato il primo a sedersi sulla moquette della Camera; Lewis, figura simbolo del movimento per i diritti civili negli anni Sessanta.

“L’America ci può aiutare in questa battaglia”, ha dichiarato ai microfono Mike Doyle, eletto della Pennsylvania; “fate appello ai vostri rappresentanti, chiedete ai vostri deputati repubblicani di aver voce in capitolo e vincere questa battaglia”, ha continuato.

(di Alessandro Marinai)

5d9e01ca32eafc227623b2834358bb81-177--U10101366648261fjD-510x295-k6VF-U1080880605834uaD-1024x576@LaStampa.it

Leggi anche

Hayden come Schumacher: gli eroi del vento, schiacciati dalle ripicche del destino

Firenze. La morte non guarda in faccia nessuno. Non fa distinzioni di sorta, niente regali, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *