Home / Notizie / Esteri / Usa: il diritto a possedere armi da fuoco non si tocca

Usa: il diritto a possedere armi da fuoco non si tocca

possesso-armi-stragi-civili-orig_mainWashington Dc. Da sempre un cavallo di battaglia dell’amministrazione Obama; da sempre uno dei temi più chiacchierati negli States; da sempre tante proposte, ma mai un cambio radicale. Adesso però qualcosa potrebbe finalmente cambiare, o quantomeno smuoversi.

La Corte suprema degli Stati Uniti ha infatti difeso le leggi del Connecticut e dello stato di New York che vietano la vendita ed il possesso delle cosiddette armi d’assalto, tanto per intenderci come quella usata circa una settimana fa nella strage di Orlando (Florida). Queste sono infatti le leggi tra le più dure del Paese in fatto di legalizzazione del possesso di armi; leggi contro le quali si sono posizionati le associazioni per il diritto delle armi, visto che a loro avviso violerebbero il diritto costituzionale di possedere armi da fuoco.

Per questo le stesse associazioni sono ricorse alla Corte suprema chiedendo di prendere in esame le due leggi; richiesta che la Corte non ha accolto, ribadendo la propria riluttanza ad entrare in questo spinoso dibattito.

In tutti gli Usa, al momento sono soltanto sette Stati, più il District of Columbia, a vietare i fucili semiautomatici. In precedenza, ovvero fino al 2004, il possesso delle armi d’assalto era vietato in tutto il Paese da una legge federale, che è stata poi cambiata dai membri repubblicani del Congresso – con l’ausilio di una manciata di democratici – influenzati soprattutto dalla grande e potente lobby delle armi, la Nra.

Qualcosa, però, potrebbe cambiare, di nuovo, ed in meglio: il Senato, infatti, in queste ore dovrà votare su nuovi limiti all’accesso delle armi per le persone inserite nella lista dei possibili terroristi; e si esprimerà anche sull’espandere o meno i controlli su tutti quegl’individui che intendono acquistare armi. Potrebbe essere un passo in avanti importante; ma tutto lascia presagire che nessuna di queste proposte possa essere approvata.

(di Alessandro Marinai)

bambini-armi-da-fuoco-usa

Leggi anche

Finte vaccinazioni a Treviso

Treviso. Nella querelle rinata tra chi è favorevole ai vaccini e chi no, c’è un’infermiera …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *