Home / Lifestyle / Auto e motori / Scandalo Mitsugate: Nissan si compra la Mitsubishi

Scandalo Mitsugate: Nissan si compra la Mitsubishi

jempdikdbcktog4aqcz3Tokyo. Solo qualche settimana fa lo scoppio dello scandalo Mitsugate – ovvero il dieselgate targato Mitsubishi; adesso la notizia dell’acquisizione del 34% della Mitsubishi Motors da parte della connazionale Nissan. Una mossa da 1,9 miliardi di euro (273,4 miliardi di yen) che farà la seconda casa giapponese – la prima è Toyota – azionista di maggioranza di una Mitsubishi adesso in agonia.

Le perdite in borsa per la Mitsubishi Motors sono state del 40%; passo falso che, a quanto pare, è valso la fortuna di altri. “Pensiamo di poter realizzare miliardi di dollari proseguendo le nostre sinergie e lavorando a più stretto contatto. Siamo determinati a mantenere il marchio Mitsubishi, e aiuteremo l’azienda a superare le sfide che ha davanti, soprattutto nella riconquista della fiducia dei consumatori sul fronte dei consumi di carburante”, ha dichiarato Carlo Ghosn, Ceo di Nissan.

Ma questa acquisizione da parte di Nissan non è stata un fulmine a ciel sereno dettata dallo scandalo Mitsugate; le trattative tra le due case automobilistiche erano in essere da tempo. Lo scandalo, casomai, ne ha accelerato la chiusura, col patto che sarà formalizzato entro la fine del mese di maggio.

nissan-mitsubishi

E subito la borsa ha accolto con ottimismo la notizia, visto che le azioni della Mitsubishi Motors hanno guadagnato subito il 16%. I grattacapi legati alle emissioni truccate, però, si faranno sentire nell’arco dei prossimi mesi; alcune fonti hanno rivelato che la Mitsubishi ha cominciato a falsificare i dati sui consumi sui propri modelli addirittura nel 1991. Continuando a farlo poi negli anni; anche con modelli prodotti per conto della stessa Nissan. Che a sua volta ha dichiarato di non aver niente a che fare con lo scandalo, posizione confermata dai dirigenti (ormai ex) di Mitsubishi.

(di Alessandro Marinai)

Leggi anche

Europei Tbilisi 2017 di scherma: la Toscana grande protagonista

Firenze. La Toscana fa “5+1”. Tanti, tra Livorno, Pisa e Siena, sono gli atleti che …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *