Home / Rubriche / Knit and Quilt / Uncinetto: intervista a Federica Giudice

Uncinetto: intervista a Federica Giudice

tn24 tesori nascosti all'uncinettoFederica, quando è nata la tua passione per l’uncinetto?

La mia passione per l’uncinetto nasce ancora prima di quella per la maglia. Tutto è cominciato quando ho visto una ragazza che con il filo ecrù e un uncinetto 0,75 mm realizzava un bordo per una coperta a filet. Nonostante fossi adolescente (e in genere a 15 anni questi lavori spesso non si apprezzano) sono rimasta affascinata e ho voluto imparare immediatamente. Nonostante all’inizio non sia stato per me facilissimo poiché sono mancina e ho imparato da destrorsa, la motivazione era enorme e a forza di insistere, alla fine del pomeriggio avevo completato la ripetizione del disegno a filet che avevo scelto.

C’è un progetto in particolare che ti piace realizzare? 

Adoro gli accessori, e i progetti di home decor. Mi piace che questi progetti mi accompagnino nel quotidiano. E’ difficile dire quale progetto in particolare mi piaccia realizzare perché per un motivo o per un altro mi divertono tutti molto. Un semplice segnalibro è il progetto perfetto per una instant gratification, per poter dare un colore alle pagine di un libro; uno scialle con una lavorazione ad archetti e ventagli mi da la soddisfazione del progetto di media lunghezza che vedo pian piano prendere forma pregustando il momento in cui potrò indossarlo.

Siamo molto curiose sull’uscita di questo nuovo libro, con un titolo molto particolare. Ci vuoi raccontare qualcosa sul titolo?

Sono molto emozionata per l’uscita del mio primo libro di uncinetto per il quale ho scelto il titolo “Tesori nascosti all’Uncinetto – come creare in modo semplice e immediato”. Effettivamente è un titolo insolito per un manuale di uncinetto, che normalmente vengono titolati semplicemente “Uncinetto”. Con la scelta di un titolo che richiama più il genere della narrativa che quello della manualistica il mio intento era di suggerire una riscoperta del lavoro all’uncinetto che purtroppo è spesso associato con progetti con un look poco attuale. Al contrario di come è stato presentato negli ultimi decenni, il lavoro all’uncinetto è molto versatile e trendy come potrete vedere nei progetti contenuti all’interno del libro.

E sul libro?

Ho scritto questo libro con i ricordi dei miei primi passi nel mondo dell’uncinetto, quando mi sarebbe stato di grande aiuto avere un manuale che, imparata la tecnica, mi proponesse dei progetti con cui potermi esercitare e allo stesso tempo provare la soddisfazione di aver realizzato qualcosa di bello, utile e unico.

Per chi è pensato?

L’intento di “Tesori Nascosti all’Uncinetto – come creare in modo semplice e immediato” è di offrire alle principianti uno strumento per muovere i primi passi nel mondo dell’uncinetto divertendosi a realizzare dei progetti studiati appositamente per mettere in pratica la tecnica appena appresa. Il libro è, tuttavia, pensato anche per le crocheter più esperte, che potranno chiarirsi molti dubbi grazie ai dettagliati passaggi fotografici, alle tabelle di confronto tra le varie terminologie relative ai punti all’uncinetto nella lingua inglese – infatti, tra l’inglese e l’americano ci sono alcune sovrapposizioni di nomenclatura che possono confondere chi si avvicina per la prima volta ai modelli in lingua inglese – oltre alle sezioni Tips and tricks in cui sono evidenziati i piccoli trucchetti per ottenere dei risultati migliori.

Se uno fosse interessato, dove lo può trovare? 

Potete trovarlo direttamente sul sito della Corrado Tedeschi Editore con spedizione gratuita dal 16 aprile e al più presto anche in versione ebook. La versione cartacea potrete trovarla a partire dal 20 aprile anche a Wool Crossing sia in negozio che on-line. Dal 30 aprile anche su Amazon.

Un sogno nel cassetto?

Una parte di sogni nel cassetto si sono già avverati tra cui aprire il mio negozio di filati a Torino (e anche on-line), allargare la famiglia e scrivere un libro, ma di sogni nel cassetto ne ho sempre molti – cosa sarebbe la vita senza i sogni? – e spero che si possano avverare tutti nel tempo.

(di Anna Maria Turchi ed Emma Fassio)

Il blog di Emma Fassio.
Il blog di Anna Maria Turchi.

Leggi anche

“Lana, chiacchiere e… caffè” di Marilena Fortunato

Firenze. “Lana, chiacchiere e… caffè” di Marilena Fortunato è il nuovo libro proposto Corrado Tedeschi …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *