Home / Notizie / Esteri / Costa d’Avorio: si apre il processo contro la dama di ferro

Costa d’Avorio: si apre il processo contro la dama di ferro

Yamoussoukro. Il suo nome è Simone Ehivet Gbagbo; da tutti però nel suo Paese, la Costa d’Avorio, è conosciuta come “la dama di ferro”. Lei, 65enne, moglie dell’ex presidente ivoriano Laurent, è stata accusata di attentato alla sicurezza dello stato. I fatti risalirebbero al biennio 2010-2011, anni dei feroci scontri postelettorali che colpirono l’intero Paese africano.

Oggi Simone è agli arresti domiciliari in un’accademia militare, nella quale è stata trasferita nel dicembre 2011. Oggi Simone sta vivendo il proprio processo, che si è aperto proprio in questi giorni nella città di Abidjan.

Suo marito, l’ex presidente Laurent Gbagbo, è anch’egli agli arresti da tre anni, che però sta scontando nel carcere dell’Aja, in Olanda, in attesa dell’apertura del suo di processo, che avverrà nel luglio 2015. L’incriminazione è quella di crimini contro l’umanità. E come lui, degli stessi crimini la Corte penale internazionale ha accusato anche Simone, ma per il momento la Costa d’Avorio nega la sua estradizione, decisa a fare in patria il processo.

Quattro anni fa, in tutta la Costa d’Avorio vi furono scontri che portarono alla morte di migliaia di civili innocenti. Si erano appena concluse le elezioni presidenziali, ma la situazione precipitò a causa dell’ostinazione di Laurent Gbagbo nel rifiutarsi di riconoscere quella che era a tutti gli effetti una cocente sconfitta per mano del rivale Alassane Ouattara.

(di Alessandro Marinai)

Leggi anche

Le bellezze italiane più visitate dai turisti

Milano. TripAdvisor®, il sito per la pianificazione e prenotazione dei viaggi, ha annunciato oggi i vincitori …

2 Commenti

  1. Articolo privo di ogni riferimento reale, privo di ogni minimo approfondimento che imporrebbe il codice deontologico giornalistico!
    Una schifezza completa all’italiana ovviamente! Tanto si tratta dell’Africa chi leggerà quest’articolo non saprà nemmeno dove sia la Costa d’Avorio quindi possiamo scrivere ciò che ci pare!! GBAGBO è stato democraticamente eletto dal popolo ivoriano premessa maggiore!!! Perché ha nettamente vinto premessa minore! Giusto per darti l’idea di come è ridotta la costa d,Avorio oggi; i risultati delle elezioni all’ora sono stati annunciati ancora prima che dall’ente ivoriano preposto, dalla prima televisione francese. come facessero a sapere chi avesse vinto quando Ancora non erano stati scrutinati nemmeno la metà delle schede è sicuramente una magia all’occidentale. Il meglio deve ancora venire. Il primo Stato a non riconoscere la vittoria di Gbagbo fu la Francia nella persona dell’allora presidente Sarkozy!!! Si si hai capito bene proprio lui Sarkozy. L’uomo indagato dalla magistratura francese per le mazzette che si faceva recapitare come un vero capo clan e in costa d,avorio ti garantisco che non è venuto meno alla sua integrità morale! Voi che scrivete avete in mano un arma più pitente di un fucile se non lo sapete usare non lo usate perché disinformare la gente sulla questione africana è il peggior male che possiate fare al continente nero e non è più accettabile!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *